Diocesi: Alba, nasce il Centro di ascolto “Amoris laetitia”

Nasce nella diocesi di Alba il Centro di ascolto “Amoris laetitia”. Il nuovo servizio pastorale, istituito dal vescovo Marco Brunetti, prenderà il via in accordo con il direttore dell’ufficio famiglie, lunedì 1 ottobre. Nella stessa data entreranno in vigore le altre decisioni, nomine e trasferimenti, decisi da mons. Brunetti. Con il 1º ottobre entreranno in vigore le “Indicazioni e norme per i ministri straordinari della Comunione nella diocesi di Alba”. Sempre da lunedì prossimo mons. Marco Mellino e don Edoardo Olivero entrano a far parte del Collegio dei consultori; don Luca Bravo viene nominato vicario parrocchiale di Cossano e vicario parrocchiale delle due parrocchie di Castiglione Tinella; don Domenico Bertorello è assistente ecclesiastico dell’associazione Amci sezione Alba-Bra e don Emiliano Rabellino diviene membro del consiglio di amministrazione dell’associazione Soggiorno Ac, che gestisce la casa diocesana di Sampevre, in sostituzione di don Giampietro Ravagnolo. Il diacono Mario Merotta diventa collaboratore festivo dell’unità pastorale 28 Feisoglio, il diacono Alberto Adriano, da collaboratore parrocchiale dell’up 4 Mussotto passa alle parrocchie di Diano d’Alba e Benevello.

Nuovo direttore dell’istituto diocesano di musica sacra viene nominato don Bruno Cerchio, mentre fr. Mario Moscatello Ssp è nominato collaboratore. Il vescovo di Alba ha nominato, inoltre, Battista Galvagno e Lidia Boccardo responsabili dell’Apostolato biblico; sr. Maria Paola Gasperini (Pie discepole) direttrice dell’ufficio per la pastorale giovanile e vocazionale (don Tomas Hlavaty è nominato collaboratore). Alberto Giordano e Cappellino Silvia vengono nominati collaboratori dell’ufficio per la pastorale della famiglia e della vita.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa