Commercio: audizione Istat alla Camera, il 61% dei lavoratori domenicali sono donne. Il 42% ha meno di 35 anni

Nel settore del commercio “a lavorare la domenica sono soprattutto le donne che rappresentano il 61,1% dei lavoratori domenicali, rispetto a una quota media sul totale degli occupati pari al 47,8%. I lavoratori domenicali sono relativamente più giovani: il 42,9% ha meno di 35 anni rispetto a una presenza del 35,9% nella media del settore”. Lo ha spiegato oggi Roberto Monducci, direttore del dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, in commissione Attività produttive della Camera, in occasione del ciclo di audizioni sulle proposte di legge sulla chiusura degli esercizi commerciali nei giorni festivi e la domenica. Dall’audizione emerge che il lavoro domenicale coinvolge soprattutto i lavoratori con titolo di studio secondario superiore (il 58,5%). Pur rimanendo prevalente il ricorso a contratti a tempo indeterminato (78,4%) e a tempo pieno (64,4%), i lavoratori domenicali mostrano una incidenza relativamente più elevata, rispetto alla media del settore, di contratti di lavoro a tempo determinato (21,6%, rispetto al 16,2% nella media del commercio) e di quelli part-time (35,6% rispetto al 27,9%). I dati sulle ore lavorate mostrano in particolare per i lavoratori domenicali una concentrazione relativamente maggiore fra chi risulta aver lavorato abitualmente fra le 20 e le 29 ore settimanali (24,7%, rispetto a una media del settore del 18,8%).

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa