Azione cattolica: una riflessione sui 500 anni dalla Riforma protestante nel dossier del nuovo numero di “Dialoghi”

È dedicato ai cinquecento anni dalla Riforma protestante, celebrati nel 2017, il nuovo numero di “Dialoghi” (n. 3-2018), il trimestrale culturale promosso dall’Azione cattolica italiana e pubblicato dall’editrice Ave, in uscita in questi giorni. “Ecumenismo dopo Lund” è il titolo del dossier della rivista, curato da Giacomo Canobbio e Piergiorgio Grassi, con contributi di Angelo Maffeis, Cristiano Bettega, Franco Buzzi, Giacomo Canobbio, Fulvio Ferrario e Matthias Wirz su temi che spaziano dal dialogo ecumenico in Italia al futuro delle Chiese, dalla figura di Lutero al ruolo dei sacerdoti, fino al valore della Parola nella fede. Molti altri sono i temi contenuti nel periodico, realizzato in collaborazione con l’Istituto “Vittorio Bachelet” per lo studio dei problemi sociali e politici, l’Istituto “Paolo VI per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia” e l’Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo”, tra cui un articolo di Anselmo Palini sulle prossime canonizzazioni di Paolo VI e Oscar Romero dal titolo “Due santi, una sola Chiesa”. Due riflessioni distinte, infine, sono dedicate all’importanza delle parole: la coordinatrice di “Dialoghi”, Giuseppina De Simone, nell’editoriale “Il cesto delle parole” le definisce come strumenti per collegare il reale e liberarci dal rischio dell’autoreferenzialità; Giovanni Grandi nel testo “Le parole sono importanti” racconta invece il progetto “Parole O_Stili”, un’iniziativa sociale di sensibilizzazione contro la violenza nelle parole, in rete e non solo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa