Aquarius: Sos Med, “58 persone ancora senza un porto sicuro di sbarco”

Il team di Sos Mediterranée pubblica le immagini dell’ultimo soccorso realizzato a bordo della nave Aquarius, mentre è ancora in attesa di un porto di sbarco dopo aver tratto in salvo nei giorni scorsi 58 persone, incluse 17 donne e 18 bambini. Alla nave, diretta verso la Francia e a rischio allerta meteo con onde alte 5 metri, non è stato ancora assegnato un porto a causa della revoca della bandiera panamense “su pressione delle autorità italiane”, come denunciato dall’Ong, l’ultima attiva nel Mediterraneo centrale. Ieri, durante la conferenza stampa congiunta a Parigi, l’organizzazione umanitaria Medici senza frontiere, presente sull’Aquarius con un proprio team, ha ribadito: “In un solo caso saremmo fuorilegge: se consegnassimo le persone soccorse alla guardia costiera libica, in violazione del diritto marittimo internazionale perché la Libia non è un porto sicuro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa