This content is available in English

Abusi in Germania: card. Marx (Dbk), “abbiamo spesso promosso un clericalismo che a sua volta ha favorito violenza e abuso”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Il cardinale Reinhard Marx, presentando il rapporto sugli abusi sessuali nella Chiesa tedesca si è domandato se l’impegno finora profuso sia stato sufficiente: “Alle vittime della violenza sessuale deve essere resa giustizia. Non vogliamo combattere l’abuso sessuale nella Chiesa non tenendo conto delle vittime. Dobbiamo creare un clima in cui anche altri abbiamo il coraggio di elaborare la loro sofferenza e le loro ferite. Troppo a lungo abbiamo guardato altrove, per amore dell’istituzione e per difendere noi, vescovi e preti”. Marx ha sottolineato come “accettiamo strutture di potere e abbiamo spesso promosso un clericalismo che a sua volta ha favorito violenza e abuso. Abbiamo potuto onorare in parte nostri impegni del 2010, ma non abbiamo ancora finito: infatti, i risultati di questo studio mostrano con evidenza che dobbiamo andare avanti”. Nel rapporto presentato oggi durante i lavori dell’Assemblea plenaria autunnale della Conferenza episcopale tedesca, in corso a Fulda, è risultato, per Marx che “il confronto con la violenza sessuale nella Chiesa esige tuttora il nostro energico impegno. Come Chiesa abbiamo una responsabilità e dobbiamo prenderci questa responsabilità. Come Chiesa vogliamo rinnovare la fiducia e non deludere. Lo so che è difficile. Capisco coloro che dicono: Non vi crediamo. Spero vivamente che potremo riacquistare fiducia. E, detto chiaramente, non si tratta di salvare un’istituzione”. Il cardinale ha ricordato ai giornalisti che dai risultati dello studio parte il confronto e ci saranno delle conseguenze: “Lo sguardo sul passato era ed è necessario, per affrontare con determinazione un nuovo capitolo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa