Servizi pubblici: società partecipate e gare d’ambito al centro della discussione della Commissione Anci competente

Rispetto al Testo unico sulle società partecipate, la Commissione servizi pubblici locali dell’Anci, guidata dal presidente Enrico Stefàno, “ha deliberato di chiedere il rinvio della scadenza per l’attuazione dei piani di razionalizzazione straordinaria delle partecipazioni in vista dell’imminente predisposizione del Piano di revisione annuale e di prevedere una ulteriore proroga per il parametro di fatturato delle società”. Lo ha spiegato lo stesso Stefàno al termine della riunione, svoltasi stamattina a Roma con un’ampia partecipazione di amministratori. “La Commissione – si legge in una nota – ha sottolineato poi la necessità di approvare il previsto Dpcm sui compensi degli amministratori delle società partecipate, eliminando così il richiamo (che interessa i soli amministratori delle società locali) al taglio dei compensi operato nel 2013”. “Per quanto riguarda poi le gare per l’affidamento della distribuzione del gas naturale per ambiti territoriali – ha proseguito il presidente della Commissione – abbiamo intenzione di avviare un’interlocuzione con l’Autorità di Regolazione per Energia reti e ambiente (Arera) e con il ministero dello Sviluppo economico, per sbloccare il sostanziale stallo delle gare d’ambito che sta frenando, di fatto, la concorrenza e la valorizzazione delle reti comunali, con ripercussioni negative sui bilanci degli enti locali e, in particolare, dei piccoli Comuni”. Il presidente Stefàno, “nell’assicurare l’impegno a sostenere le iniziative utili alla risoluzione dei temi ancora aperti”, ha annunciato anche che “la Commissione Anci si potrà riunire in futuro nei territori di appartenenza dei suoi componenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo