Parchi culturali ecclesiali: nasce il progetto “Bellezza e speranza per tutti”

Creare parchi e reti culturali ecclesiali. È l’obiettivo del progetto “Bellezza e speranza per tutti” dell’Ufficio nazionale per la Pastorale del Tempo libero, turismo e sport della Cei. L’invito è rivolto a ciascun vescovo affinché “autonomamente o in collaborazione con altri vescovi delle diocesi limitrofe, dopo aver attentamente valutato l’esistenza di iniziative analoghe, può essere promotore di un parco o rete culturale ecclesiale”. Uno strumento, secondo l’Ufficio Cei, attraverso il quale “agire per valorizzare i talenti, le identità e le esperienze locali, all’interno di una rete nazionale che fa leva sul valore della cultura, della creatività, dell’innovazione, della mobilità lenta e del turismo sostenibile”. Diversi gli obiettivi condivisi, tra cui, la valorizzazione dei beni culturali, ecclesiali e altri ricevuti in affidamento; promuovere buone pratiche di custodia del creato; favorire una relazione positiva tra comunità locali e qualsiasi forma di migrante, sia pellegrino, viaggiatore o turista; generare i presupposti per la nascita e lo sviluppo di startup innovative. Per sviluppare il progetto, l’Ufficio Cei si è dotato di un team nazionale, che concorrerà anche alla valutazione dei progetti delle diocesi e alla definizione dei percorsi di tutoraggio e affiancamento dei singoli parchi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo