Papa in Lettonia: Vanags (arcivescovo luterano), la sua visita “darà una nuova ispirazione per l’amicizia ecumenica”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Benvenuto nel Duomo di Riga, dedicato alla Madre del nostro Signore, Maria Santissima”. È il saluto dell’arcivescovo luterano di Riga, Jānis Vanags , durante la preghiera ecumenica al Rigas Doms. “In questo tempio, l’amicizia, con cui Dio ha benedetto i cristiani della Lettonia appare in modo visibile”, ha proseguito l’arcivescovo: “Qui nelle preghiere ecumeniche regolarmente si incontrano i cristiani delle varie denominazioni, per lodare, ringraziare e pregare insieme Dio. Anche oggi noi, insieme ai nostri fratelli e sorelle cattolici, ci rallegriamo per la visita del loro Sommo Pastore nella Lettonia”. “In questa chiesa è sepolto San Meinardo, che 830 anni fa, il suo predecessore Papa Clemente III nominò primo vescovo nei Paesi Baltici”, ha ricordato il pastore: “Da allora il cristianesimo ha reso questa terra appartenente allo spazio europeo e alla civiltà cristiana. Riga è stata anche una delle prime città che 496 anni fa ha accettato le idee della Riforma. La vita insieme non sempre era libera dalla competizione tra i cristiani. Ha conosciuto i conflitti e persino la violenza. Tuttavia, il pesante mezzo secolo sotto il giogo ateo sovietico dolorosamente ci ha ricordato quello che ha chiesto il nostro Signore: ‘Che tutti siano una sola cosa. Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi una cosa sola, perché il mondo creda che tu mi hai mandato'”. “Oggi varie denominazioni cristiane in Lettonia cercano di dare la loro testimonianza credibile con lo sforzo per l’unità. E questo non è solo uno sforzo, ma anche una grande gioia”, ha assicurato Vanags, secondo il quale la visita del Papa “darà una nuova ispirazione per l’amicizia ecumenica e incoraggerà i cristiani in Lettonia ad avvicinarsi con più fervore a Cristo, in modo da essere più vicini l’uno all’altro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo