Diocesi: Spoleto-Norcia, nuovi sacerdoti a Norcia e a Turrita di Montefalco

Nuovi presbiteri per le comunità di Norcia e di Turrita di Montefalco: a presentarli ai rispettivi fedeli lo scorso fine settimana è stato l’arcivescovo Renato Boccardo. Nella città di S. Benedetto e nella zona pastorale ad essa collegata (comprendente le parrocchie di S. Pellegrino, Castelluccio, Savelli e Cortigno) è giunto come parroco in solido, don Davide Tononi finora parroco a Turrita di Montefalco. Quest’ultima comunità sarà invece guidata, come amministratore parrocchiale, da don Vito Stramaccia, che rimane priore di Montefalco. Sarà coadiuvato da don Angelo Nizi e don Artemio Bastianini. Fanno parte della parrocchia di Turrita anche le frazioni di Fratta, S. Luca, Madonna delle Stella, Fabbri e Cortignano. A Norcia rimane arciprete don Marco Rufini. “Don Davide – ha detto l’arcivescovo nell’omelia a Norcia, presso il Centro di comunità alla Madonna delle Grazie – viene da Turrita per vivere con don Marco e i due venerandi sacerdoti qui presenti, don Antonio Diotallevi e don Dario dell’Orso. Viene per dare una mano a ricostruire il tessuto sociale di questa terra ferita violentemente dal sisma. Viene per occuparsi da vicino della catechesi, della pastorale giovanile e delle giovani coppie. La gente di Norcia è forte, desiderosa di ricominciare di nuovo: don Davide viene in mezzo a voi per servire questa comunità affinché riacquisti la speranza”. Ieri a Turrita mons. Boccardo, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria, nel ringraziare don Stramaccia per aver accettato questo ulteriore servizio, ha esortato la comunità a vivere la dimensione pastorale sempre più insieme alla comunità di Montefalco, soprattutto nella formazione all’ascolto della Parola di Dio, nella catechesi, nella carità, con i giovani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo