Decreto Salvini: Conte (premier), “scambio di informazioni tra forze di polizia e autorità giudiziarie” per “contrasto terrorismo e mafia”

(Foto: Presidenza del Consiglio dei ministri)

“Abbiamo unificato il decreto immigrazione e sicurezza in un’unica struttura normativa. L’obiettivo è quello di operare una riorganizzazione razionale dell’intero sistema di riconoscimento della protezione internazionale le forme di tutela complementare per adeguarle agli standard europei”. Lo ha detto il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, oggi in conferenza stampa, a Palazzo Chigi. “In un quadro di garanzia per quel che riguarda la tutela dei diritti fondamentali delle persone e le convenzioni internazionali cui l’Italia aderisce e i principi che sono sia nella nostra Costituzione e nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e nei trattati – ha aggiunto il premier -, noi andiamo a operare un sistema di riordino e di revisione per una più efficace disciplina”. Una parte “molto significativa” di questo decreto legge è quello che “direttamente contrasta il terrorismo e la criminalità organizzata di tipo mafioso”, perché “vi sono varie norme che contemperano lo scambio di informazioni tra forze di polizia e autorità giudiziarie per la prevenzione e il contrasto delle infiltrazioni criminose negli enti locali e norme per migliorare il funzionamento dell’agenzia per i beni confiscati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo