Consiglio d’Europa: in agenda lotta a manipolazione nello sport e contrasto a corruzione, a discorso d’odio e discriminazione

Lotta contro la manipolazione nelle gare sportive, contrasto alla corruzione, al discorso d’odio e alla discriminazione, Giornata europea delle lingue (26 settembre) sono i tre temi che emergono nel programma settimanale del Consiglio d’Europa (Cde). Oggi si apre a Strasburgo una conferenza nel contesto del processo di Macolin per armonizzare le misure nazionali di contrasto alla manipolazione delle gare; a Vienna il Cde parteciperà inoltre al Forum Ue sui diritti fondamentali (25-27 settembre), importante appuntamento nel 70° della Dichiarazione universale per i diritti umani che saranno riletti con il filtro delle sfide di oggi. Numerosi gli eventi in programma per la giornata europea delle lingue, nei singoli Paesi e ma anche a Bruxelles con un seminario sul multilinguismo. Questa settimana avverrà poi il passaggio del testimone per la presidenza del gruppo Pompidou, la piattaforma del Cde per la cooperazione sugli stupefacenti: l’Italia ne assumerà la guida. Nel quadro della presidenza croata del comitato dei ministri, a Brijuni in Croazia ancora un appuntamento sui diritti umani (25-26 settembre): si parlerà di istruzione e soprattutto di occupazione per i giovani Rom, come “elementi centrali di inclusione”, mentre a Rijeka ci sarà l’incontro annuale della rete delle “città interculturali”. A Görlitz invece (26-28 settembre), il forum annuale del programma degli itinerari culturali del Cde discuterà di sinergie tra istituzioni e programmi europei che hanno a che fare con il patrimonio culturale (Unesco, Ue, Unwto).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo