Papa in Lituania: mons. Grušas (vescovo Vilnius), “grazie per il tempo dedicato ad incontrare e ad ascoltare i giovani”

“Grazie per la Sua vista in Lituania e per il tempo dedicato ad incontrare e ad ascoltare i giovani”. Lo ha detto l’arcivescovo di Vilnius, mons. Gintaras Grušas, subito dopo le parole dedicate dal Papa alle migliaia di giovani che hanno affollato la piazza della cattedrale di Vilnius, centro nevralgico della vita cittadina, e prima della visita privata in cattedrale. “La gioventù è il futuro della nostra Chiesa e della nostra patria”, ha proseguito il presule, sottolineando che “il Signore viene a noi nei periodi più oscuri, ci porta la sua misericordia e la speranza della vita: è ciò che ci ricorda questo quadro della Divina Misericordia dipinto qui a Vilnius secondo la richiesta di Gesù”, ha aggiunto riferendosi all’immagine della Divina Misericordia che lo ha accompagnato nel giro tra i vari settori della cattedrale. “San Giovanni Paolo II ci ha chiesto di essere apostoli della Misericordia e di diffondere questo messaggio nel mondo”, ha ricordato mons. Grušas: “Prego che anche le parole da Lei pronunciate oggi si possano radicare profondamente nei nostri cuori e possano portare frutto nella vita di ognuno di noi, affinché ogni giovane dopo aver ascoltato la Buona Notizia scopra il suo personale rapporto con Cristo Gesù che porta la speranza e il significato della vita”. Citando, poi, San Casimiro, patrono della Lituania e dei giovani, il vescovo ha affermato che “la gioventù è il futuro della nostra Chiesa e della nostra patria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy