Giovani famiglie: Zingaretti (pres. Regione Lazio), “problema principale la difficoltà a trovare una casa”

“Abbiamo in Italia un problema dal punto di vista sociale che rischia di non essere affrontato. Chi vuole fare famiglia lo vede come ostacolo fondamentale: la difficoltà ad avere una casa. Il lavoro è tanto precario che non è sufficiente per porre le basi di una famiglia. Quello della casa è un tema da mettere in agenda”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenuto stamani a “8xmille strade”, il primo meeting della diocesi di Roma del Sovvenire. Il suo aspicio è quello di “coperture statali perché le nuove famiglie possano permettersi una casa”. Guardando, invece, ciò che è stato fatto nella regione, il presidente ha ricordato gli interventi per il microcredito. Si tratta di “4.000 progetti per ragazzi non bancabili per le banche e il 60% sono ragazzi sotto i 35 anni”. L’altra iniziativa è “Torno subito”, che riguarda 6.000 ragazzi che tornano nel Lazio, accolti da un tutor. In particolare, nel Comune di Roma, sono stati sviluppati “nove centri di formazione professionale, che accompagnano i giovani in una parte teorica e pratica per intraprendere un percorso di accompagnamento al lavoro”, ha segnalato il sindaco di Roma, Virginia Raggi, che ha ribadito la presenza anche di “sportelli formativi per orientare al mondo del lavoro”. “Stiamo sviluppando – ha aggiunto – il progetto del family-sitter, per giovani coraggiosi che accolgono un bambino. Abbiamo pensato che il Comune cominciasse a lavorare accanto alle neo-famiglie, che non hanno attorno un rete familiare in grado di aiutarle. Stiamo studiando un modo aiutarle”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy