Olanda: vescovo delegato non parteciperà al Sinodo sui giovani perché “ritiene non sia il momento opportuno”

“Ha scelto di non partecipare” al Sinodo il vescovo ausiliare della diocesi di Den Bosch (Boscoducale), mons. Rob Mutsaerts, che in quanto vescovo delegato per la pastorale giovanile a luglio era stato incaricato dalla Conferenza episcopale dei Paesi Bassi di partecipare all’appuntamento di ottobre a Roma sui giovani. Il motivo della rinuncia, espresso in un comunicato stampa sul sito della Conferenza episcopale, è che il vescovo “ora ritiene non sia il momento opportuno per tenere un Sinodo sui giovani”, viste le indagini in corso e le notizie sugli abusi sessuali arrivate dall’America e non solo. “La Conferenza episcopale olandese rispetta la sua scelta e sottolinea ancora una volta l’importanza di misure concrete per una Chiesa sicura per i bambini e i giovani”, si legge nel comunicato. I vescovi, però, vedono “il prossimo Sinodo come una possibilità e un’opportunità per affrontare” questo tema nel contesto più generale del Sinodo e “per confrontarsi con i vescovi di tutti i Paesi del mondo”. A sostituire mons. Mutsaerts sarà il vescovo ausiliare di Roermond, mons. Everard De Jong, che era già stato indicato dai vescovi a luglio come eventuale sostituto di mons. Mutsaerts nel caso fossero insorti “impedimenti imprevisti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy