Germania: congresso scuole cattoliche. Mons. Becker (Dbk), siano “laboratori di comunità umana nella diversità”

“Imparare dialogando: le scuole cattoliche nella società pluralista” è stato il titolo del 9° congresso nazionale delle scuole cattoliche che oggi si è svolto ad Hannover. “L’educazione nelle nostre scuole cattoliche deve responsabilizzare e incoraggiare gli studenti a impegnarsi in un dialogo costruttivo con persone di altre provenienze, prospettive e altre credenze religiose”, ha detto nel suo intervento l’arcivescovo di Paderborn mons. Hans-Josef Becker, che è presidente della Commissione per l’educazione e la scuola della Conferenza episcopale tedesca. Le scuole cattoliche devono essere “laboratori di comunità umana nella diversità”, ha argomentato mons. Becker, in coerenza con la missione della Chiesa che è di “contribuire a una convivenza buona, pacifica, rispettosa di tutte le persone”. Al congresso è intervenuto anche padre Friedrich Bechina, sottosegretario per la Congregazione per l’educazione cattolica: il dialogo non è tattica, ma “deriva dall’essenza della fede cristiana, perché Dio stesso ha scelto la via del dialogo”.
Nei gruppi di lavoro si sono esaminate esperienze positive e iniziative rispetto al confronto con la società secolarizzata e gli oltre 200 partecipanti si sono confrontati sui modi di accogliere membri di altre religioni. In Germania vi sono 904 scuole d’ispirazione cattolica frequentate da circa 360.000 alunni seguiti da 33.000 insegnanti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy