Festival Francescano: mons. Zuppi (Bologna), “in un tempo in cui tutto sembra grigio, dobbiamo scoprire i doni come la bellezza”

(Bologna) “Siamo in un tempo in cui tutto sembra grigio, preoccupantemente scuro. Pensiamo di vivere nelle difficoltà invece i doni belli che ci circondano sono tanti e dobbiamo scoprirli”. Lo ha detto mons. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, durante la conferenza stampa di presentazione della 10ª edizione del Festival Francescano in programma nel capoluogo emiliano dal 28 al 30 settembre prossimi, con un’anteprima il 26.
“Non poteva che essere un festival francescano a prendere uno dei titoli che san Francesco attribuisce a Dio – ha continuato mons. Zuppi -. Anche il card. Carlo Maria Martini era solito ripetere la frase di Dostoevskij ‘La bellezza salverà il mondo’”. L’arcivescovo bolognese sarà protagonista nell’anteprima del 26 settembre in piazza Verdi con un incontro dal titolo “Che sballo la bellezza” insieme al campione di pallacanestro Giacomo Galanda, a Matteo Della Torre, Francesco Lorenzi e Riccardo Rossi. Incontro a cui avrebbe dovuto partecipare anche il preside Maurizio Lazzarini, scomparso improvvisamente il mese scorso.
“La bellezza è il punto di congiunzione con il divino. In piazza dobbiamo incontrarci e incontrare come lo stesso san Francesco ci invita a fare. Ci aiuterà a scoprire la bellezza”, ha concluso l’arcivescovo Zuppi.
Due le celebrazioni eucaristiche in programma per domenica 30: una alle 9.30 in piazza Maggiore, l’altra alle 10.30 al santuario del Corpus Domini (annesso al monastero delle Clarisse) che sarà trasmessa in diretta su Rai1.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy