Diritti: Dalla Torre, oggi “conflittualità” sui diritti. Il 15 e 16 novembre un convegno alla Lumsa

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“La libertà religiosa viene violata per sette persone su dieci nel mondo”. A ricordarlo è stato Giuseppe Dalla Torre, presentando presso la Sala Stampa della Santa Sede l’ottavo Congresso internazionale di studio della Fondazione vaticana Joseph Ratzinger, che quest’anno viene organizzato a Roma, insieme all’Università Lumsa – di cui Dalla Torre è stato per 23 anni rettore – il 15 e 16 novembre, sul tema: “Diritti fondamentali e confini tra diritti”. Un tema, questo, molto presente non soltanto nel pensiero di Joseph Ratzinger ma anche nel dibattito attuale, ha fatto notare il giurista, spiegando che a fare da sfondo all’evento ci sono due importanti ricorrenze: il 70° anniversario dell’adozione da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e il 20° anniversario del conferimento della laurea “honoris causa” all’allora cardinale Joseph Ratzinger da parte della Lumsa, per “il fondamentale contributo da lui dato nel corso dei suoi studi alla fondazione del diritto”. “Bisogna chiedersi quali siano le ragioni della crisi dei diritti e cercare di comprendere quale discorso positivo si possa fare”, ha detto Dalla Torre specificando che di questo tema si occuperà il card. Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, nella sua relazione conclusiva. L’obiettivo è quello di “scrivere una nuova pagina sul tema dei diritti fondamentali, un tema particolarmente sensibile dopo la fine della seconda guerra mondiale e dopo la caduta dei muri”. Grazie alla “dinamicità” dei cosiddetti nuovi diritti, ha osservato Dalla Torre, è urgente chiedersi se “si tratti di nuovi diritti fondamentali o nuove forme di spettanze che ci sono sempre state”. Molto rilevante, oggi, secondo il giurista è infine “la conflittualità dei diritti: si invocano diritti fondamentali per sostenere una parte, e si danneggiano altri soggetti in relazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy