This content is available in English

Ue-Balcani: Skopje, conferenza per libertà di stampa. Hahn (Commissione) su referendum nome Macedonia, “invito a partecipare”

Il commissario Hahn in Macedonia

Confermare il proprio appoggio alla libertà di stampa e allo sviluppo dei media nei Balcani occidentali, in modo particolare negli ambiti della responsabilità dei media, dei finanziamenti, la cooperazione regionale e il ruolo dei giovani giornalisti. È una delle conclusioni principali della conferenza “Media Days Ue-Balcani occidentali”, svoltasi il 17-18 settembre a Skopje (Macedonia). “La libertà di stampa è di cruciale importanza, anche per andare avanti nel cammino europeo”, ha affermato il commissario Ue per l’allargamento Johannes Hahn intervenendo al forum. A suo avviso “nei Balcani occidentali non c’è stato grande progresso nella libertà di stampa”. Un accento particolare è stato posto sui giornalisti giovani e la possibilità di sostenere la loro formazione nell’ambito di iniziative regionali affinché si lavori alla prevenzione delle minacce e degli attacchi contro giornalisti e incoraggiare l’indipendenza dei media. Inoltre, nel suo incontro con il premier macedone Zoran Zaev il commissario Hahn ha invitato i macedoni a partecipare al referendum sul nome del Paese balcanico fissato per il 30 settembre. “Il referendum non è pro o contro determinati partiti politici – ha detto -; dovrebbe rappresentare una meta nazionale comune per una vita migliore dei cittadini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa