Papa Francesco: ai giovani francesi, “niente tabù” sulla sessualità”, è un dono di Dio. No a “industria della pornografia” e “sessualità cosificata”

“La sessualità, il sesso, è un dono di Dio. Niente tabù”. Lo ha detto il Papa, parlando a braccio con un gruppo di giovani della diocesi di Grenoble-Vienne, ricevuti in udienza ieri. “È un dono di Dio, un dono che il Signore ci dà”, si legga nella trascrizione dell’incontro, diffusa oggi dalla Sala Stampa della Santa Sede: “Ha due scopi: amarsi e generare vita. È una passione, è l’amore appassionato. Il vero amore è appassionato. L’amore fra un uomo e una donna, quando è appassionato, ti porta a dare la vita per sempre. Sempre. E a darla con il corpo e l’anima. Quando Dio ha creato l’uomo e la donna, la Bibbia dice che tutt’e due sono immagine e somiglianza di Dio. Tutti e due, non solo Adamo o solo Eva, ma tutt’e due – ensemble – tutt’e due. E Gesù va oltre, e dice: per questo l’uomo, e anche la donna, lascerà suo padre e sua madre e si uniranno e saranno… una sola persona?… una sola identità?… una sola fede di matrimonio?… Una sola carne: questa è la grandezza della sessualità. E si deve parlare della sessualità così”. “E si deve vivere la sessualità così, in questa dimensione: dell’amore tra uomo e donna per tutta la vita”, ha raccomandato Francesco: “È vero che le nostre debolezze, le nostre cadute spirituali, ci portano a usare la sessualità al di fuori di questa strada tanto bella, dell’amore tra l’uomo e la donna. Ma sono cadute, come tutti i peccati. La bugia, l’ira, la gola… Sono peccati: peccati capitali. Ma questa non è la sessualità dell’amore: è la sessualità ‘cosificata’, staccata dall’amore e usata per divertimento”. No, invece, ad “un’industria della sessualità staccata dall’amore”: “Tanti soldi si guadagnano con l’industria della pornografia”, ha denunciato il Papa, secondo il quale quest’ultima “è una degenerazione rispetto al livello dove Dio l’ha posta. E con questo commercio si fanno tanti soldi”. “Custodite la vostra dimensione sessuale, la vostra identità sessuale”, l’invito di Francesco: “Custoditela bene. E preparatela per l’amore, per inserirla in quell’amore che vi accompagnerà tutta la vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa