Cooperazione: Roma, oggi all’agenzia Dire incontro su diaspore africane e sviluppo

(DIRE) – La necessità di una narrativa nuova, che riconosca, valorizzi e sostenga il ruolo delle diaspore dell’Africa in una prospettiva di apertura e cooperazione per uno sviluppo internazionale sostenibile, sarà oggi al centro di un incontro nella sede romana dell’agenzia ‘Dire’. Ad animarlo rappresentanti, attivisti e voci delle comunità originarie del continente.

L’appuntamento, sostenuto dal Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo, si propone come occasione di scambio e condivisione ma anche come stimolo per un lavoro giornalistico e di informazione più attento, che favorisca la costruzione di ponti attraverso il Mediterraneo e la comprensione di fenomeni per loro natura transnazionali.

Tra gli spunti dell’incontro le prospettive e le opportunità offerte dalla riforma della Cooperazione italiana, a partire dalla legge 125/2014 che per la prima volta ha indicato nelle associazioni delle diaspore un soggetto chiave per l’efficacia di progetti e interventi. Sullo sfondo ci sono però anche le difficoltà della lettura dei fenomeni sociali, confermata a fine agosto da una rilevazione dell’Istituto Cattaneo, secondo il quale il 73% degli italiani sovrastima le presenze dei migranti e l’Italia è il Paese europeo dove il divario tra realtà e percezione delle migrazioni risulta maggiore.

L’incontro costituisce una tappa di un percorso avviato dalla ‘Dire’ già da alcuni anni, in linea con l’attenzione dell’agenzia a temi sociali, realtà giovanili e relazioni internazionali intese anche al di là dei canali diplomatici e istituzionali. Nelle prossime settimane l’agenzia ospiterà infatti appuntamenti finalizzati a un racconto più corretto e completo sulle migrazioni per lo sviluppo. Il primo è in programma martedì 25 settembre, sempre nella redazione di Corso Italia 38/a. L’occasione è la presentazione stampa del Summit nazionale delle diaspore 2018-2019 finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics) con il sostegno di ministero degli Esteri, Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo, ong, collettività locali, settore profit e associazioni di categoria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa