Consiglio Ue: decisioni su Terra Santa e Sahel. Sostegno all’Onu, “fondamento dell’ordine multilaterale fondato su regole”

(Bruxelles) “Il Consiglio ribadisce il fermo impegno dell’Ue, insieme ai suoi Stati membri, per un’Onu forte, fondamento dell’ordine multilaterale fondato su regole”. Comincia così il testo delle Conclusioni che il Consiglio Ue ha adottato oggi a Bruxelles e in cui si dichiara la volontà di “rafforzare la partnership strategica tra Unione europea e Nazioni Unite su operazioni di pace e gestione delle crisi” nel periodo 2019-2021. “Il Consiglio sottolinea l’importanza di includere le donne, la pace e la sicurezza tra le priorità generale”, dice il testo, e chiede “uno sforzo per accelerare l’attuazione di questo impegno politico”, oltre che “azioni più concrete con maggiore impatto, in particolare per accrescere la partecipazione delle donne in operazioni di pace a tutti i livelli e ambiti di competenza”. Nel documento si segnala, tra l’altro, l’importanza della cooperazione per operazioni di pace in Africa e “incoraggia a esplorare possibili iniziative per rafforzare la cooperazione trilaterale Onu-Ue-Unione africana” e a “sostenere iniziative regionali” nei processi di transizione. L’Ue assicura di sostenere l’Onu dal punto di vista politico, economico e in termini di competenze, dal momento che “una stretta cooperazione aiuta le missioni e le operazioni delle Nazioni Unite e l’Ue ad agire in modo più coerente ed efficace per affrontare le sfide in materia di sicurezza e garantire un impatto positivo e sostenibile sul terreno”.
Il Consiglio sempre oggi ha nominato Susanna Terstal rappresentante speciale dell’Ue per il processo di pace in Medio Oriente. “La rappresentante speciale è incaricata di contribuire alle azioni e iniziative che conducono a una soluzione definitiva del conflitto israelo-palestinese fondata sulla coesistenza di due Stati”. Susanna Terstal è stata ambasciatrice dei Paesi Bassi sia in Iran che in Angola. Terstal assumerà l’incarico immediatamente ed è stata nominata inizialmente fino al 29 febbraio 2020. Infine il Consiglio ha prorogato di due anni la missione Eucap Sahel Niger fino al 30 settembre 2020 e ha approvato un bilancio di 63,4 milioni di euro per il periodo dal 1° ottobre 2018 al 30 settembre 2020.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa