Xenofobia: don Sciortino (Gazzettadalba.it), “si è alimentato nel Paese un clima di razzismo in assenza di indignazione”

“Da anni s’è alimentato nel Paese un clima di xenofobia e di razzismo. Troppo spesso sottovalutato. Se non giustificato. In assenza di indignazione e disgusto generale”. Lo scrive il direttore di Vita Pastorale, don Antonio Sciortino, nell’editoriale pubblicato sul settimanale online della diocesi di Alba “Gazzettadalba.it”, ripercorrendo uno per uno i recenti atti di discriminazione e violenza che si sono verificati in Italia. “Atti continui”, da “vigliacchi”. Che danno vita a “una becera gara di inciviltà, frutto di ignoranza, figlia, soprattutto, di un clima di intolleranza. E di impunità”. Uno scenario che si verifica, secondo don Sciortino, anche perché “ci si sente con le spalle coperte. Dall’alto. Da chi alimenta le paure e il rancore. Da chi sminuisce ogni esecrabile atto di violenza. Scaricando il malessere del Paese sugli immigrati, vero ‘capro espiatorio’”. Una dinamica orchestrata “per distrarre l’attenzione da una politica che è solo incompetenza. Mista all’arroganza. Con promesse elettorali non mantenute. Anzi, difficili da realizzare. Per non dire impossibili”. Il direttore di Vita Pastorale segnala come “nel Paese l’intolleranza s’allarga a macchia d’olio. E c’è pure chi la sdogana. Semplicemente negandola”. “Il clima nel Paese è teso. Incattivito – sottolinea -. Tra livori e frustrazioni. Tutti contro tutti. E cittadini-giustizieri vogliosi di armi. Per farsi giustizia da sé. Senza ‘fastidiosi’ vincoli legislativi”. Piuttosto “qualcuno, nel frattempo, lavora ad allargare le maglie della legittima difesa. A dismisura. Una sorta di legittimazione indiretta da parte della politica”. La risposta, secondo don Sciortino, a questo clima può giungere dall’impegno di “cristiani adulti e maturi nella fede”, perché “stare alla finestra non è più possibile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy