Turismo: card. Turkson, “riflettere sul contributo della tecnologia per promuovere lo sviluppo sostenibile”

“Riflettere sul contributo dei progressi tecnologici non solo per migliorare i prodotti e i servizi turistici, ma anche perché questi ultimi si inscrivano nell’alveo dello sviluppo sostenibile e responsabile, in nome del quale va orientata la crescita del settore”. Lo scrive il card. Peter Turkson, prefetto del dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, nel messaggio per la Giornata mondiale del Turismo che sarà celebrata, il 27 settembre, quest’anno, sul tema: “Il turismo e la trasformazione digitale”. Un argomento che “si concentra sui progressi operati dalla tecnologia digitale che ha trasformato la nostra era e il nostro comportamento cambiando drasticamente le modalità di vivere il tempo del riposo, della vacanza, della mobilità e del turismo in tutte le sue forme”. Il cardinale è consapevole che “numerosi sono i mutamenti che derivano dall’implementazione delle nuove tecnologie digitali riguardo alla vita sociale delle persone, al modo di concepire i rapporti interpersonali, il lavoro, la salute, la comunicazione, ampliando ovunque la ‘connessione’ e quindi la condivisione di informazioni, permettendo di esprimere e di confrontare una multiforme e variegata ricchezza di idee, opinioni, e visioni del mondo”. Considerazioni supportate da due dati tratti dall’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo: “Le ultime tendenze mostrano che circa il 50% dei viaggiatori digitali trae spunto e ispirazione dall’osservazione di immagini e commenti online, e il 70% consulta video e opinioni di chi ha già viaggiato, prima di decidere”. Quindi, il prefetto del dicastero vaticano sottolinea che “l’innovazione digitale è finalizzata a promuovere l’inclusività, ad accrescere il coinvolgimento delle persone e delle comunità locali e a conseguire una gestione intelligente ed equilibrata delle risorse”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy