Clima: nuovo studio lancia l’allarme, “più è caldo, più il suolo si surriscalda e libera batteri che producono altro calore”

Gli scienziati lanciano un nuovo allarme sui cambiamenti climatici: si tratta della trappola delle temperature elevate. Lo chiamano “feedback loop” ed è un meccanismo per il quale più il clima è caldo, più le alte temperature generano surriscaldamento del suolo che libera tossine e diossido di carbonio sotto forma di batteri, che a loro volta inquinano, ma soprattutto generano altro calore. E il circolo vizioso si autoalimenta. La notizia è stata diffusa mercoledì dalla rivista specialistica Nature. Gli scienziati lo definiscono un circolo vizioso di riscaldamento. La combustione di carbone, petrolio e gas naturale riscalda l’aria e il suolo, peggiorando il riscaldamento globale. “Questo ciclo incontrollato accelera e amplifica il cambiamento climatico”, ha affermato su Nature Jerry Melillo del Marine Biological Laboratory in Massachusetts. Secondo il ricercatore capo Ben Bond-Lamberty del Pacific Northwest National Laboratory  “è come un’impronta digitale dei cambiamenti climatici”. Secondo gli scienziati se la temperatura continua a salire dal suolo uscirà ancora più carbonio. Se non si interviene al più presto “siamo davvero nei guai”, ha detto Rattan Lal, della Ohio State University. Tecniche adeguate di conservazione del suolo – come evitare l’aratura e lasciare i residui del raccolto sul terreno (permacultura) – possono aiutare a trattenere una maggiore quantità di carbonio nel terreno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy