Cura del creato: Assisi, da domani la prima Preghiera ecumenica. Sabato mattina la partenza del pellegrinaggio verso Gubbio

La città di Assisi ospiterà venerdì 31 agosto e sabato 1° settembre la prima Preghiera ecumenica per il creato, iniziativa organizzata dal Movimento cattolico globale per il clima, in collaborazione con i vescovi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e di Gubbio, il Sacro Convento di Assisi e l’Istituto Serafico. L’appuntamento, che vedrà la partecipazione dei rappresentanti delle confessioni cristiane di tutto il mondo, si aprirà con l’incontro alla Sala della Spogliazione nel palazzo vescovile, dalle 17.30 alle 19.30 “per incoraggiare una riflessione sull’urgenza della necessità di una conversione ecologica”. Le riflessioni saranno offerte, tra gli altri, da mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, mons. Bruno-Marie Duffé, segretario del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale della Santa Sede, arc. Bernard Ntahoturi, rappresentante dell’arcivescovo di Canterbury, archim. Athenagoras Fasiolo, rappresentante del Patriarcato ecumenico. Dalle 20 alle 21, poi, la cappella di San Damiano nella basilica di Santa Chiara ospiterà la veglia contemplativa “Il mandato di Francesco di fronte al Crocifisso di San Damiano e la nostra testimonianza nel prenderci Cura del Creato”.
Sabato 1° settembre, alle 8.30 dal santuario della Spogliazione, prenderà il via il pellegrinaggio Assisi-Gubbio. Alle 10, sul sagrato della basilica superiore di San Francesco sono in programma i saluti del card. Angelo Bagnasco, presidente del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), del rev. Christian Krieger, presidente della Conferenza delle Chiese europee (Cec), e di padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento. I leader rilasceranno una Dichiarazione congiunta, alla cui lettura seguirà un’azione che, in collaborazione con l’Istituto Serafico di Assisi, coinvolgerà simbolicamente le persone più vulnerabili, tra cui persone con disabilità, bambini e migranti.
Infine, i leader – insieme a mons. Luciano Paolucci Bedini, vescovo di Gubbio, ai pellegrini e ai “più piccoli” – faranno i primi passi della decima edizione del pellegrinaggio Assisi-Gubbio che si unirà simbolicamente al pellegrinaggio verso la Cop24, portando lo spirito di Francesco alla Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite in Polonia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori