Crollo ponte a Genova: Gelmini (capogruppo Forza Italia), “commissione parlamentare di inchiesta su monitoraggio dei controlli”

(da Rimini) “Dobbiamo fare luce sulle responsabilità. Forza Italia ha proposto l’istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta non per fare una caccia alle streghe, non perché vogliamo attaccare il governo ma perché vogliamo fare piena luce sulle falle rispetto a un sistema di monitoraggio dei controlli. Forse c’è da rivedere qualcosa, ci sono leggi da aggiornare e semplificare”. Lo ha detto oggi Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia, intervenendo al convegno su “Le prospettive della democrazia”, a Rimini, nell’ambito del Meeting per l’amicizia fra i popoli, organizzato da Comunione e Liberazione. Il riferimento è al crollo del ponte Morandi, a Genova. “Non è questo il tempo delle contrapposizioni, delle invettive e dello scaricabarile – ha aggiunto -. Chi sbaglia deve pagare, ma ricordiamoci che l’accertamento delle responsabilità compete alla magistratura”. Gelmini ha affermato poi di condividere la proposta del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, di “un grande piano di manutenzione per le infrastrutture”, che valga “per ponti e ferrovie ma anche per l’edilizia scolastica”. Il capogruppo di Forza Italia alla Camera ha ribadito che “non devono esserci altri morti in questo Paese” per episodi come quello di Genova. La priorità, a suo avviso, è quella di “rivedere il sistema di monitoraggio. Avere un ranking di pericolosità degli edifici pubblici è doveroso. E lo deve fare il Parlamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa