Crollo ponte a Genova: Delrio (ex ministro Infrastrutture), “aumentato il piano di manutenzione dell’80% ma il nostro resta un Paese fragile”

(da Rimini) “È fondamentale che ognuno di noi comprenda anche i limiti dell’azione politica. Abbiamo terminato un piano infrastrutturale di 130 miliardi di euro e aumentato il piano di manutenzione dell’80%, ma il nostro rimane un Paese fragile. Questo è il limite dell’azione politica”. Lo ha detto oggi Graziano Delrio, presidente dei deputati del Pd, intervenendo al convegno su “Le prospettive della democrazia”, a Rimini, nell’ambito del Meeting per l’amicizia fra i popoli, organizzato da Comunione e Liberazione. Ricordando le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova, l’ex ministro delle Infrastrutture ha aggiunto che “l’interesse nazionale è che il Paese ha bisogno di verità e coesione”. Rispondendo all’appello del presidente dei senatori della Lega, Massimiliano Romeo, a maggiori competenze per gli enti locali, Delrio ha affermato che “c’è bisogno di promuovere l’autonomia dei Comuni”. Ma ha messo in guardia: “Al Paese manca il senso dell’interesse nazionale. La patria ce la siamo lasciati scappare di mano, serve un interesse unitario – ha affermato Delrio -. Non siamo più una comunità ma una somma di individui che compete per qualcosa. Questo è terribile”. Quindi, l’invito a “promuovere la cooperazione e non la competizione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa