Crollo ponte a Genova: il Consiglio dei ministri dichiara lo stato d’emergenza per 12 mesi

Il Consiglio dei ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato d’emergenza per 12 mesi a causa del crollo di un tratto del ponte Morandi, sulla A10, a Genova, avvenuto nella mattinata del 14 agosto. La decisione è stata presa ieri durante la riunione del Cdm nella prefettura di Genova. Il provvedimento è stato disposto “sulla base delle informazioni e dei dati acquisiti nell’ambito del Comitato operativo convocato presso il Dipartimento della protezione civile, in costante raccordo con la Regione Liguria e con le componenti e strutture operative del sistema di protezione civile nazionale”. Il Consiglio dei ministri ha, inoltre, stanziato la somma di cinque milioni di euro da destinare ai primi interventi e all’avvio delle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione colpita e degli interventi più urgenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy