Azzardo e usura: mons. D’Urso (presidente Consulta), “preghiamo la Madonna a Lourdes perché vicina alle vittime”

“La Madonna apparve a Bernadette perché la più povera tra i poveri. Gli usurati e le vittime dell’azzardo sono tra i più poveri e scarto della nostra società e delle nostre periferie di cui nessuno vuole interessarsi. Quindi, la Madonna capisce il servizio che facciamo e soprattutto i bisogni di questa gente”. Così mons. Alberto D’Urso, presidente della Consulta nazionale antiusura, presenta al Sir il rosario che guiderà domani, mercoledì 15 agosto, alle 18, a Lourdes. La preghiera sarà rivolta a Maria per le vittime dell’usura e dell’azzardo. “Domani pregheremo la Madonna con tutti i volontari della Consulta nazionale antiusura e delle fondazioni antiusura in Italia – spiega mons. D’Urso -. La Madonna fissi i volontari nel loro lavoro perché lo realizzino sempre con gratuità e spirito evangelico. Promuova la conversione degli usurai e di quanti sono responsabili della diffusione dell’azzardo in Italia, che rende povera tanta gente e danneggia sia l’economia della società e delle persone sia la loro salute con la ludopatia”. L’auspicio del presidente della Consulta è che “le vittime dell’usura e dell’azzardo possano ricevere consiglio e solidarietà dai volontari delle fondazioni per uscire dal tunnel umiliante di queste schiavitù”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy