Germania: mons. Koch (Berlino), “l’impegno per la famiglia è un compito eccezionale della Chiesa”

In vista del IX Incontro mondiale delle famiglie (Wmof), che si svolgerà a Dublino dal 21 al 26 agosto prossimi, l’arcivescovo di Berlino, mons. Heiner Koch, in un comunicato odierno ha ricordato che tale evento “è una grande opportunità pastorale per rafforzare il ruolo delle famiglie all’interno della Chiesa e, socialmente; questo incontro sarà anche un segno della preoccupazione della Chiesa per la protezione internazionale della famiglia. Spero che anche per noi giunga un forte impulso dal Wmof in Irlanda”. Mons. Koch, presidente della Commissione per il matrimonio e la famiglia della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), ha ricordato che il titolo dell’incontro, “Il Vangelo della famiglia. Gioia per il mondo”, è basato sull’esortazione apostolica post-sinodale “Amoris laetitia” di Papa Francesco, che parteciperà ai due giorni conclusivi dell’incontro. Per l’arcivescovo, l’insostituibile importanza della famiglie, “per le sfide e gli oneri che oggi affrontano”, richiede alla Chiesa un “impegno eccezionale” nei confronti della famiglia stessa: “Ecco perché l’incontro di Dublino sarà un’opportunità per ringraziare le nostre famiglie per la loro testimonianza cristiana alla vita, per il loro arricchimento nelle nostre parrocchie, per la loro partecipazione alla coesione sociale. Perché una cosa è chiara: senza la famiglia, la nostra società sarebbe molto più povera”, sottolinea l’arcivescovo Koch. È prevista all’interno del Wmof una liturgia in lingua tedesca per i delegati tedeschi e austriaci.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Balcani

Informativa sulla Privacy