Diocesi: Milano, domani il ricordo del card. Tettamanzi ad un anno dalla morte. In duomo messa di suffragio presieduta dall’arcivescovo Delpini

Domani, domenica 12 agosto, alle 17.30 nel duomo di Milano, l’arcivescovo Mario Delpini presiederà una messa di suffragio nel primo anniversario della morte del card. Dionigi Tettamanzi. Al termine della celebrazione eucaristica, mons. Delpini raggiungerà la tomba del card. Tettamanzi, custodita in Duomo ai piedi dell’altare Virgo Potens, per rendergli omaggio, per una preghiera e la benedizione. La celebrazione eucaristica presieduta da mons. Delpini sarà trasmessa in diretta su Chiesa Tv (canale 195 del digitale terrestre), sul sito web www.chiesadimilano.it e da Radio Mater.
Tettamanzi, era nato a Renate (Milano) il 14 marzo 1934. Fu ordinato sacerdote il 28 giugno 1957 dall’allora arcivescovo di Milano, mons. Giovanni Battista Montini. A lungo docente di Teologia nei seminari diocesani di Masnago, Seveso e Venegono Inferiore e presso altri istituti di formazione, nel 1987 fu nominato rettore del Pontificio seminario lombardo di Roma. Il 1° luglio 1989 venne eletto arcivescovo di Ancona-Osimo e il 23 settembre ricevette l’ordinazione episcopale nel Duomo di Milano dal card. Carlo Maria Martini. Dopo aver essere stato segretario generale della Cei dal 1991 al 1995, incarico per il quale aveva lasciato l’arcidiocesi di Ancona-Osimo, il 20 aprile 1995 venne nominato da Giovanni Paolo II arcivescovo di Genova. Nel maggio successivo fu nominato vicepresidente della Cei. Creato cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 1998, l’11 luglio 2002 venne nominato arcivescovo di Milano, dove fece l’ingresso solenne il 29 settembre. Dopo aver rinunciato nel 2011 alla guida dell’arcidiocesi per raggiunti limiti di età, nel 2012 fu nominato amministratore apostolico della diocesi di Vigevano. Ritiratosi al centro di spiritualità Villa Sacro Cuore di Triuggio (Mb), qui morì la mattina del 5 agosto 2017.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa