Austria: dimissioni abate di Mehrerau, “è il momento consegnare in nuove mani la guida del monastero”

(Kathpress-Sir) Papa Francesco ha accettato le dimissioni dell’abate dell’abbazia cistercense di Mehrerau, Anselm van der Linde (47 anni). I motivi delle dimissioni non sono stati comunicati oggi dal Vaticano. Van der Linde è stato il responsabile dell’abbazia territoriale di Wettingen-Mehrerau, vicino a Bregenz, dal 2009. Il 12 luglio Van der Linde aveva dichiarato che avrebbe dato le dimissioni: “Nell’ascolto di Dio” è importante rendersi conto quando è giunto il momento di “consegnare in nuove mani la guida, nel mio caso, del monastero e la direzione della congregazione di Mehrerau”, aveva spiegato facendo riferimento a un “periodo molto difficile”. Dal 2010, segnalazioni di maltrattamenti e abusi su minori passati nella scuola del convento avevano gettato ombre sull’abbazia. “Lo scandalo degli abusi sessuali ha profondamente scosso non solo me personalmente, ma anche la nostra comunità, la Chiesa in Austria e oltre”, aveva detto van der Linde. Affrontare questi “eventi vergognosi e imperdonabili” gli avrebbe tolto “incredibile forza ed energia”. Secondo quanto comunicato a Kathpress da Harald Schiffl, portavoce dell’abbazia, il capitolo del monastero di Mehrerau ha già scelto un amministratore apostolico, Vinzenz Wohlwend, già priore dell’abbazia, confermato oggi dal Papa. Possono quindi già iniziare i preparativi per le elezioni del prossimo abate. Tuttavia, questo processo dovrebbe richiedere alcuni mesi, secondo Schiffl. Anselm van der Linde in ogni caso da oggi è abate emerito.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa