Amianto: Anci, “bene iniziativa parlamentare sul tema, servono risposte concrete e condivise”

“Salutiamo con favore il fatto che Parlamento e il ministro dell’Ambiente Sergio Costa abbiano ripreso in mano il tema della bonifica dei siti inquinati da amianto”. È quanto esprime l’Anci, l’associazione nazionale dei Comuni italiani, in una nota. “In questi anni abbiamo posto l’amianto tra i temi centrali delle attività dell’Associazione, promuovendo iniziative concrete di supporto ai sindaci, dando vita alla rete dei Comuni ‘Zero Amianto’ con un programma itinerante di formazione e aggiornamento per tecnici e amministratori dei Comuni”.
“In parallelo – prosegue la nota – abbiamo condotto, insieme con Regioni e ministero dell’Ambiente e ministero della Salute, un’opera di sensibilizzazione ottenendo l’avvio di un Tavolo interistituzionale in sede di Conferenza Unificata, specificamente richiesto dall’Anci, per trovare soluzioni condivise a tutti i livelli di governo e per attuare gli interventi e le attività connesse alla cessazione dell’impiego dell’amianto”.
“Mettiamo a disposizione del ministro Costa questa esperienza, che – annuncia l’associazione – rappresenteremo anche in sede parlamentare, per rafforzare la collaborazione fra governo centrale e territori, ad iniziare dal completamento della vera attività di mappatura”.
“A seguito della Conferenza Intergovernativa di Venezia del 2014 e di quella di Casale Monferrato dello scorso novembre, occorre adesso iniziare sul serio a lavorare focalizzando i principali nodi e le soluzioni praticabili, alcune a portata di mano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa