Regno Unito: Brexit, dimissioni del ministro Davis, in pericolo il governo May. Titoli e commenti dei media

“Il segretario del Brexit David Davis si dimette” è il titolo di stamane della Bbc. “La sua infelicità nel governo da tempo non era più un segreto”, scrive il commento politico della testata: “la mossa non del tutto sorprendente” di David Davis, dopo il cosiddetto accordo di Chequers, la tenuta estiva del primo ministro britannico dove il governo si è riunito venerdì scorso, però “mette in dubbio la sicurezza della strategia Brexit del governo”. Il Guardian accompagna “live” minuto dopo minuto “gli sviluppi politici” dopo le dimissioni di Davis, ma nell’editoriale di ieri, prima che Davis le annunciasse, scriveva: “Il piano di Theresa May per lasciare l’Ue è un raro momento di vittoria del buon senso nella follia della Brexit. Ora sappiamo cosa significa Brexit per la signora May. La buona notizia è che è più morbida di quanto lei abbia affermato in precedenza. La cattiva notizia è che è ancora Brexit. Il primo ministro si è reso conto che le sue linee rosse, elaborate per compiacere gli intransigenti del suo partito, sarebbero state un disastro per gli affari e l’occupazione britannici. Ha fatto una mossa decisiva e corretta per spazzarli via”. Mentre si attende in mattinata la nomina del sostituto di David Davis, sul Telegraph il lungo titolo del “live” riferisce di una “May confrontata con le richieste di farsi da parte”, e dell’avviso di Davis: “sta seguendo una strategia pericolosa per il Brexit”.
Sull’Indipendent i titoli parlano di “futuro di May in pericolo”, “colpo di Davis al consenso su Brexit” e di “dimissioni sensazionali”. Su Express.co.uk invece compare l’Ue nel titolo con David Davis che “ammonisce Bruxelles a smetterla di fare ulteriori pressioni sulla Gran Bretagna”. Sul Daily star “Davis lascia. May incalzata a dimettersi come primo ministro nel mezzo della crisi Brexit”. Sul Mirror “Theresa May lotta per la sopravvivenza”, “Debole e traballante, inghiottita da una crisi che potrebbe far crollare la Brexit e Downing Street”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo