Finanza e sviluppo: card. Turkson, “esaminare percorsi specifici per aumentare investimenti a sostegno dei più poveri”

Entra nel vivo a Roma la terza Conferenza vaticana su “Impact Investing: Scaling Investment in Service of Integral Human Development”. Promossa da Catholic Relief Services e dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale (8 – 10 luglio), la conferenza si concentra sui modi concreti in cui il capitale può essere utilizzato per aiutare i poveri di tutto il mondo. Esperti di investimento e leader cattolici di tutto il mondo intendono condividere e valutare modelli finanziari combinati e strumenti di investimento per affrontare sfide sistemiche di grande importanza sia per la Chiesa cattolica sia per la comunità globale: cambiamenti climatici, salute, migranti e rifugiati, disoccupazione giovanile. “La prima conferenza tenutasi nel 2014 si è concentrata sul coinvolgimento della Chiesa globale con gli investimenti ad impatto, la seconda ha esplorato come i ministeri della Chiesa potrebbero muoversi verso la sostenibilità con l’aiuto del capitale privato”, spiega il card. Peter Turkson, prefetto del Dicastero vaticano: “Ora esamineremo possibili percorsi specifici per aumentare il capitale utilizzato per gli investimenti ad impatto, specialmente per i più poveri e vulnerabili, cercando l’impegno di tutti i partecipanti”. La serie biennale delle Vatican Impact Investing Conferences è una piattaforma globale a lungo termine che si sviluppa intorno alla visione di Papa Francesco di “mettere l’economia al servizio dei popoli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo