Finanza e sviluppo: Callahan (Catholic Relief Services), “tra migranti e rifugiati vi sono imprenditori inventivi e resilienti, un enorme potenziale da sostenere”

“Con il nostro lavoro quotidiano in Catholic Relief Services, ci rendiamo conto del potere che il capitale di investimento può avere nelle comunità che serviamo”, dichiara Sean Callahan, presidente e Ceo di Catholic Relief Services che con il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale promuove a Roma la terza Conferenza vaticana su “Impact Investing: Scaling Investment in Service of Integral Human Development”(8 – 10 luglio). Tra i temi affrontati dai diversi panel, la misura in cui l’impatto degli investimenti può aiutare i giovani a rischio nei Paesi in via di sviluppo nella ricerca di occupazione, supportare gli imprenditori migranti e rifugiati, sostenere l’accesso all’assistenza sanitaria per i poveri, e combattere i cambiamenti climatici o favorirne l’adattamento. “Tra i più poveri tra i poveri – prosegue Callahan -, troviamo costantemente imprenditori inventivi e resilienti con forte mentalità d’impresa, desiderosi di sfuggire alla povertà, se solo avessero il capitale per avviare le imprese. C’è un enorme potenziale inutilizzato in molti dei paesi in cui lavoriamo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo