Argentina: mons. Ojea (Cea), “perplessi e addolorati per la possibilità che venga approvata la legge che depenalizza l’aborto”

Migliaia di persone hanno partecipato ieri, di fronte alla basilica di Luján, il maggior santuario mariano dell’Argentina, alla messa per la Vita presieduta da mons. Oscar Vicente Ojea, vescovo di San Isidro e presidente della Conferenza episcopale argentina (Cea). La messa è stata concelebrata da 52 vescovi, tra i quali il cardinale Mario Aurelio Poli, arcivescovo di Buenos Aires. È stata nell’occasione ribadita la condanna per la depenalizzazione dell’aborto, mentre si attende il voto decisivo del Senato, ed è stata rinnovata la consacrazione del popolo argentino alla Vergine patrona del Paese.
Il presule ha spiegato che i fedeli sono stati convocati di fronte alla Vergine di Luján per chiedere a Maria di “insegnarci le strade per imparare a rispettare la vita, a custodirla, a difenderla e a servirla”.
Durante l’omelia, mons. Ojea ha sottolineato: “Siamo perplessi e addolorati di fronte alla possibilità che venga approvata la legge che depenalizza l’aborto. Sarebbe la prima volta che accade in Argentina, in tempo di democrazia, una legge che legittimi la soppressione di un essere umano da parte di un altro essere umano”.
Il presidente della Conferenza episcopale ha poi avvertito: “Tutti noi, che diciamo di difendere la vita dal concepimento al suo fine naturale attraverso tutte le fasi della sua crescita, non possiamo rimanere alle enunciazioni di principio e alle semplici parole”. E ha aggiunto: “Dobbiamo assumere l’impegno sociale concreto che ci guidi a creare condizioni dignitose per ricevere la vita, accompagnando molto da vicino quelle nostre sorelle che affrontano gravidanze in situazioni psicologiche e sociali estremamente vulnerabili e fragili”. È quindi necessario “trovare soluzioni nuove e creative in modo che nessuna donna cerchi di conseguire un risultato che non è una soluzione per nessuno”, ha affermato.
All’inizio della cerimonia è stato dato il benvenuto al nuovo nunzio apostolico in Argentina, mons. León Kalenga Badikebele.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo