Vacanze: Uecoop, “stangata sul pieno dell’esodo. +11,3% sul prezzo del diesel, +8,2% per la benzina”

Alla vigilia dell’esodo estivo, ecco arrivare la stangata sul pieno carburanti: +11,3% sui prezzi del diesel e del +8,2% per la benzina. È quanto emerge da un’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) sul balzo dei prezzi medi alla pompa nell’ultimo giorno di luglio confrontato con lo stesso periodo dell’anno scorso. Un pieno medio di 55 litri in una stazione servita – rileva Uecoop – costa quasi 10 euro in più per il gasolio e 7 euro in più per la benzina, con picchi che vanno da 1,709 al litro per il primo a 1,833 euro al litro per la seconda, in base ai dati dell’Osservatorio prezzi del Mise. Gli automobilisti che si preparano a partire per il primo grande esodo di agosto dovranno quindi fare i conti con un rincaro dei carburanti che sarà ancora più marcato sulle autostrade, mentre sulla rete ordinaria è possibile spuntare qualche centesimo in meno grazie alle cosiddette “pompe bianche” fuori dalle reti di distribuzione delle grandi aziende petrolifere.
Uecoop traccia anche un confronto con la Germania. Gli automobilisti italiani pagano il diesel il 18% in più e la benzina il 13% in più rispetto ai tedeschi. Dopo la Svezia, l’Italia ha il record per il diesel più caro dell’Unione europea, mentre per la benzina fanno peggio soltanto Olanda e Grecia. L’Italia – evidenzia Uecoop – è nella top ten della benzina più cara del mondo secondo il sito specializzato GlobalPetrolPrices.com, con pesanti ripercussioni sui bilanci delle famiglie e sui costi delle imprese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy