Papa Francesco: ai ministranti, “l’impegno per la pace prova che siamo discepoli di Gesù”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“La pace è il dono del Signore che ci trasforma affinché noi, come membra del suo corpo, possiamo provare gli stessi sentimenti di Gesù”. Lo ha detto Papa Francesco rispondendo alle domande di cinque ministranti durante l’incontro, questo pomeriggio, in piazza San Pietro, nell’ambito del loro pellegrinaggio internazionale. Rispondendo alla prima domanda postagli da un giovane lussemburghese sulla pace, il Pontefice ha sottolineato che “l’impegno concreto per la pace è la prova del fatto che siamo veramente discepoli di Gesù. La ricerca della pace comincia dalle piccole cose”. Poi, a un ragazzo portoghese, a proposito del servizio, ha detto che nell’“intreccio di azione e di contemplazione si riconosce anche il disegno di Dio su di noi: si vede quali sono i talenti e gli interessi che Dio ci mette nel cuore e come svilupparli”. Terza domanda sulla testimonianza che i giovani possono portare ai coetanei, posta a Francesco da un giovane di Antigua e Barbuda. “Oggi voi, come giovani, potete essere apostoli che sanno attirare gli altri a Gesù – ha evidenziato il Papa -. Questo succede se voi stessi siete pieni di entusiasmo per Lui, se Lo avete incontrato, conosciuto personalmente, e siete stati, voi per primi, ‘conquistati’ da Lui”. Di qui l’invito a “essere amici con gratuità di chi è attorno a voi”. “Non c’è bisogno di tante parole, sono più importanti i fatti, la vicinanza, il servizio”. Altro tema nelle parole di un ragazzo tedesco, la fede, che “è come l’aria che respiriamo”. “La fede ci aiuta a cogliere il senso della vita: c’è qualcuno che ci ama infinitamente, e questo qualcuno è Dio”. Infine, rispondendo a un giovane serbo sulla santità, Francesco ha detto che “il Signore Gesù ci ha dato un programma semplice per camminare sulla via verso la santità: il comandamento dell’amore di Dio e del prossimo. E per concretizzarlo, Gesù ci ha indicato le opere di misericordia. Sono una via impegnativa ma alla portata di tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo