Voucher: Coldiretti, “la vendemmia è alle porte, servono subito”

La vendemmia è ormai alle porte e servono subito i voucher. Lo chiede la Coldiretti, accogliendo con favore la reintroduzione dei voucher in agricoltura, di cui circa la metà vengono impiegati proprio per la vendemmia, che quest’anno partirà con gli inizi di agosto. “Nelle campagne – sottolinea Coldiretti in un comunicato – i beneficiari possono essere soltanto disoccupati, cassintegrati. Meno del 2% del totale dei voucher è stato impiegato in passato in agricoltura dove sono nati e rappresentano un valido contributo all’emersione del lavoro sommerso per pensionati e giovani studenti, tra l’altro impiegati esclusivamente in attività stagionali”. “La riforma – continua Coldiretti – ha di fatto azzerato lo scorso anno questa opportunità nelle campagne che consente anche di avvicinare al mondo dell’agricoltura giovani studenti o mantenere attivi anziani pensionati”. Quello che serve ora, secondo Coldiretti, è “uno strumento che semplifichi la burocrazia per l’impresa, sia agile e flessibile rispondendo soprattutto ad un criterio di tempestività e disponibilità all’impiego e, dall’altra, sia in grado di garantire forme di integrazione del reddito alle categorie più deboli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy