Giovani e lavoro: Gioc, in 200 al campo di Ceranesi. Francesca Guerzoni nuova presidente nazionale

È Francesca Guerzoni, educatrice 24enne proveniente da Piossasco (To), la nuova presidente nazionale della Gioventù operaia cristiana (Gioc). La sua elezione è arrivata nel corso del momento congressuale che si è svolto in occasione del campo nazionale della Gioc, conclusosi ieri a Ceranesi (Ge), nella casa annessa al santuario della Madonna della Guardia.
Dopo la dopo la proclamazione, la Guerzoni ha ricevuto il “mandato” al termine della celebrazione eucaristica presieduta da don Marco Ghiazza, nominato nello scorso settembre assistente nazionale della Gioc.
A Ceranesi, sono stati circa 200 i giovani partecipanti al campo nazionale dedicato al tema “Perché lo fai, perché non te ne vai?”. È stata un’occasione, si legge in una nota, per “aiutare i responsabili del movimento a riappropriarsi della loro missione e delle peculiarità che la proposta della Gioc continua ad esprimere per la Chiesa ed il mondo di oggi”. Tra i partecipanti anche alcuni animatori di comunità del Progetto Policoro e rappresentanti dell’Azione Cattolica.
Ai partecipanti sono state offerte le riflessioni proposte da Daniele Marini, professore di Sociologia del territorio e della comunità all’Università di Padova, da Luciano Manicardi, priore della Comunità monastica di Bose, e da Susanna Bustino, già presidente nazionale della Gioc e attualmente impegnata nella Pastorale del lavoro della diocesi di Torino. Diversi i momenti di confronto in gruppo, per delineare le azioni future del movimento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo