Formazione: Rosa bianca, a Terzolas scuola su “Sconfinamenti, tra sogni e visioni. Per un futuro di speranza e un impegno condiviso”

“Sconfinamenti, tra sogni e visioni. Per un futuro di speranza e un impegno condiviso”: è il titolo della scuola di formazione estiva promossa dall’associazione Rosa bianca, che si terrà a Terzolas (Trento) nei giorni 22-26 agosto. “In questi tempi di sogni esausti, di facili semplificazioni, di rabbie e paure verso il diverso e l’ignoto, ci sembra importante ripartire da una visione condivisa, da un cambio di punti di vista, da nuove opportunità, per ricostruire il tessuto sociale, in un orizzonte di riaccesa speranza”, si legge nella presentazione della scuola. “Davanti ad una realtà in cui si impongono scelte guidate da logiche economiche, da interessi di pochi e forti poteri, sentiamo la necessità di resistere, di recuperare i volti e la dimensione umana, di riscoprire un pensiero e un sentire comune, uno spazio libero e plurale di confronto e impegno. Iniziare insieme un discernimento che costruisca e sperimenti processi ed azione politica che mettano al centro diritti, democrazia, partecipazione, giustizia”. Il programma prevede diverse sessioni di lavoro, fra le quali: “La solitudine di Omran. Profughi e migranti, cronache di una rivoluzione” (Vincenzo Passerini e Giorgio Romagnoni); “Sogni e visioni per il nostro tempo” (Cristina Simonelli, teologa); “Vita contemplativa e vita attiva” (Lino Prenna, filosofo).
Altri temi che saranno affrontati: “Europa politica, tra inclusione, solidarietà, sviluppo, promessa di pace”; “Le nuove destre, in Italia e in Europa”; “Responsabilità & sostenibilità, misurandoci con l’ambiente e le scelte economiche”; “Povertà e disuguaglianza: ridistribuzione e beni comuni”; “Amministratori e buone pratiche realizzate”. La scuola è realizzata in collaborazione con C3Dem e Agire politicamente. Per informazioni e adesioni rosabianca@rosabianca.org.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo