Multa a Google: Vestager (commissaria anti-trust), “compito della Commissione è proteggere i consumatori e la competizione”

(Bruxelles) “Tutte le compagnie sono le benvenute nell’Unione europea ma devono rispettare le regole”. Lo ha detto la commissaria all’anti-trust Margrethe Vestager, rispondendo in conferenza stampa alle domande dei giornalisti. La Commissione con la decisione di multare Google ha “protetto i consumatori europei e la reale competizione”, tanto più in un tempo in cui è necessario alimentare la “fiducia che la tecnologia è a nostro servizio, e non il contrario”. La Commissaria ha anche spiegato che i soldi che la Commissione europea riceverà quando Google pagherà la multa, andranno in un “conto chiuso” e resteranno, in caso Google faccia ricorso alla Corte, fino alla sentenza definitiva. Quindi torneranno agli Stati membri. Così, ha spiegato Vestager, sta avvenendo con la multa del 2017 di 2,4 miliardi di euro che “Google ha pagato con garanzie bancarie” e che sono ora su un “conto chiuso”. Rispetto al “significato politico” della decisione a pochi giorni dall’incontro annunciato tra Junker e Trump il prossimo 25 luglio, Vestager ha dichiarato che “noi facciamo il nostro lavoro”, la “missione è molto semplice, proteggere i consumatori e la competizione”, “qualsiasi sia il contesto politico”. Su come Google possa fare per modificare le irregolarità sugli smartphones che sono in mano adesso agli europei la Commissaria ha dichiarato di “non essere nella posizione di saperlo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy