Dialogo: Mattarella, “accoglienza e confronto tra donne e uomini di culture, etnie e confessioni diverse costituiscono valori irrinunciabili”

Baku, 18 luglio 2018 - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione dell’incontro con gli studenti dell’Università Hafiz Pashayev (Foto: Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“L’accoglienza, la generosità e il confronto tra donne e uomini di culture, etnie e confessioni diverse costituiscono valori irrinunciabili, poiché solo coltivando il dialogo con l’‘altro’ siamo in grado di ampliare i nostri orizzonti, comprendere le sensibilità dei diversi popoli, riconoscere e affrontare le sfide, costruire il bene comune nelle nostre società. Soltanto in questo modo siamo in grado di garantire, a ciascuno, il pieno rispetto di quei diritti fondamentali che sono alla base dello sviluppo di ogni comunità ordinata”. Lo ha ricordato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento l’Università “Azerbaijan Diplomatic Academy” di Baku sul tema “Azerbaigian e Italia: le radici profonde di un’amicizia in evoluzione e il futuro della nostra collaborazione”. Dopo aver ricordato che “secondo un proverbio azerbaigiano, ‘una casa senza un ospite è come un mulino senz’acqua’”, Mattarella ha sottolineato che “l’Azerbaigian è uno dei 15 Paesi al mondo ai quali è destinato il programma ‘Investi il tuo talento in Italia’, che sta riscuotendo un grande successo”. “La nutrita schiera di studenti azerbaigiani in Italia, da un lato, e la presenza qui di una qualificata e operosa comunità italiana – ha notato – costituiscono il miglior investimento dei nostri Paesi per la crescita delle relazioni bilaterali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy