Cultura: in scena in piazza del Duomo a San Miniato “La masseria delle Allodole”, che racconta lo sterminio degli Armeni

Da domani e fino al 25 luglio in piazza del Duomo a San Miniato andrà in scena “La masseria delle allodole”, tratto dall’omonimo romanzo di Antonia Arslan sullo sterminio degli Armeni nella Turchia di un secolo fa. Lo spettacolo, che è l’appuntamento di punta del cartellone del Dramma Popolare, è diretto da Michele Sinisi. “La masseria, così come la si coglie nell’immaginario antropologico della mia terra, la Puglia – spiega il regista – è un luogo epifanico, in cui il tempo è come sospeso e dove la vita si realizza nel piacere degli affetti familiari”. Uno spazio magico e fanciullesco, che però viene spezzato, senza una logica apparente, dando così vita alla tragedia. Sinisi ha confidato di aver esaminato scrupolosamente il testo, al fine di restituire le geometrie dei rapporti familiari che si realizzavano all’interno di quel rustico sull’altopiano anatolico. Lo spettacolo è la ricreazione di un momento di genuina e trasparente umanità: la vita di una famiglia armena poco prima che l’orrore ingoi tutto e per sempre. “Ho composto lo spazio complessivo – spiega il regista -, inserendoci le illustrazioni, come fossero vecchie fotografie e lasciando gli spazi per le parole scritte. Ho inserito le parole affidandomi al traduttore italiano/armeno e con stupore mi sono accorto della bellezza estetica di quella scrittura”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo