Ue: Tajani (presidente Europarlamento) in missione con oltre trenta imprese in Niger. Importante “continuare ad aiutare il Paese”

(Bruxelles) Sta partendo per il Niger una “missione di diplomazia economica” guidata dal presidente Parlamento europeo Antonio Tajani, con rappresentanti di oltre 30 imprese europee, esperti di ricerca e innovazione, e organizzazioni internazionali. L’obiettivo della visita, nelle parole di Tajani stesso alla vigilia della partenza, è “rafforzare il buon partenariato con il Niger offrendo opportunità concrete di crescita economica”. Perché ‘’il Niger è un esempio dei successi ottenuti dall’Ue, anche grazie al buon uso del Fondo fiduciario per l’Africa”. Ora però le risorse “stanno finendo” e bisogna continuare ad aiutare il Paese a proteggere le frontiere, gestire i flussi migratori e garantire la sicurezza. “Attraverso il sostegno finanziario e un forte partenariato, l’Ue ha aiutato il Niger a ridurre i flussi migratori verso Libia e Ue di oltre il 95%”, ha spiegato Tajani stesso. “Nel 2016, 330.000 persone hanno attraversato il Niger dirette principalmente in Europa attraverso la Libia. Nel 2017 sono scese a meno di 18.000, e nel 2018 a circa 10.000. Dobbiamo continuare a sostenere il Niger”. Di sicurezza, controllo delle frontiere e gestione dei flussi migratori Tajani parlerà nei suoi incontri con il presidente Mahamadou Issoufou, il presidente dell’Assemblea nazionale, Ousseini Tini, e il primo ministro, Brigi Rafini. Tajani parteciperà anche a una riunione dei presidenti dei Parlamenti dei Paesi del Sahel 5 (Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger, Chad).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo