This content is available in English

Russia 2018: mons. Kosic (Sisak), la vittoria della Croazia “possa riunificarci come nazione”

Mons. Vlado Kosic

(IKA-SIR) “Sono felice per questa grande vittoria, per tutti quelli che hanno tifato per la Croazia, per i croati in Croazia, Bosnia-Erzegovina e nel mondo”. Così il vescovo di Sisak, mons. Vlado Kosic, in un commento alla Radio cattolica croata all’indomani della vittoria della Croazia sull’Inghilterra ai Mondiali di calcio. “La nostra partecipazione ai Mondiali – afferma il vescovo – ci ha ridato l’orgoglio, ci ha dimostrato quando grande è il cuore croato e che, se siamo tutti uniti, possiamo compiere cose grandi”. Kosic racconta che “durante la partita con l’Inghilterra ho vissuto intensamente ogni momento, è stato doloroso quando all’inizio abbiamo preso il primo goal ma credevo che i nostri ragazzi ce l’avrebbero fatta”. “Sono ragazzi d’oro – rimarca il vescovo -, che il Signore conceda loro di arrivare alla fine anche se hanno già fatto tanto”. Kosic esprime anche soddisfazione per il fatto che “tutti i giocatori dicono ‘Grazie a Dio’, ‘con l’aiuto di Dio’, ‘se Dio vuole, vinceremo’”. A suo avviso, “l’esordio dei croati nel calcio è dovuto anche al Signore e alle numerose preghiere”. “Possa questa vittoria e questa bellissima atmosfera riunificarci come nazione”, auspica mons. Kosic che ritiene “che questa occasione ha dimostrato ai croati che possono farcela”. Il vescovo rileva anche il fatto che molti dei giocatori provengono dalle comunità dei croati all’estero mentre giocano nelle grandi squadre europee e mondiali. “Riunificando i croati in patria e all’estero troveremo la chiave del successo per la Croazia”, conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa