Estate: mons. Sanna (Oristano) ai turisti, “il vostro viaggio sia esperienza di prossimità con la vita della nostra gente”

“Cari turisti e turiste che visitate la Sardegna, siate i benvenuti tra noi. Siamo lieti di accogliervi e di aiutarvi a trascorrere la vostra vacanza a contatto con la natura, la ricchezza delle nostre tradizioni e la gioia che viene dalla fede in Dio, creatore di tanta bellezza”. Lo scrive mons. Ignazio Sanna, arcivescovo di Oristano, nel suo messaggio ai turisti, in cui auspica che “possiate vivere un tempo di serenità e distensione al mare, in città, ma anche nei piccoli paesi dell’interno, così da sperimentare relazioni autentiche con le persone che incontrerete”. L’augurio del presule è che “oltre ai paesaggi incontaminati, l’arte e la cultura, possiate fare esperienza di prossimità con la vita della nostra gente”. “Vi auguriamo altresì che, una volta rientrati a casa, vi portiate dentro i nomi, i volti, le strette di mano, i sorrisi e la calda accoglienza della gente di Sardegna”. La Chiesa di Oristano propone ai turisti anche un servizio quotidiano e domenicale di celebrazione dell’Eucaristia. “Là dove sarà possibile, le chiese rimarranno aperte per la preghiera, un momento di riflessione, di raccoglimento e gratitudine”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia