Terra Santa: Fondazione Saxum, presentato il “Progetto Saxum” per una cultura di pace e di dialogo

Diffondere una cultura di pace, di dialogo e di integrazione nei luoghi più antichi della cristianità attraverso la realizzazione di un centro residenziale e di un’area multimediale di altissima specializzazione tecnologica, ad Abu Gosh, poco distante da Gerusalemme (aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17). Sono gli obiettivi del “Progetto Saxum”, presentato oggi presso la Pontificia Università della Santa Croce, a Roma, per iniziativa della Fondazione Saxum, organizzazione non profit (https://saxum.org), nell’ambito del convegno “Vivere la Terra Santa” cui ha partecipato, tra gli altri, mons. Pierbattista Pizzaballa, Amministratore del Patriarcato Latino di Gerusalemme. Illustrando il progetto il presidente dell’associazione Amici di Saxum (http://amicidisaxum.it/), Aldo Bressi, e Rosalinda Corbi, segretario generale della Fondazione Saxum, hanno ricordato le attività di Saxum: “Promuovere pellegrinaggi in Terra Santa con spirito di orazione e di penitenza per aiutare i pellegrini affinché la loro permanenza sia fonte di rinnovamento interiore, organizzare soggiorni in Terra Santa per studi, ricerche, anche in collaborazione con altre Associazioni e istituzioni con finalità analoghe”. “Amico di Saxum è chi si adopera per diffondere in tutto il mondo fra gli organizzatori di pellegrinaggi la conoscenza e l’uso del Visitor Center di Saxum e dei suoi servizi spirituali e culturali, perché possa essere inserito nei programmi dei viaggi organizzati”. Diverse le forme di aiuto proposte a sostegno del progetto: “la preghiera, donazioni per far conoscere il Visitor Center di Saxum e aiutare persone con pochi mezzi economici a visitare la Terra Santa, produzione di strumenti (testi, video) per rendere i pellegrinaggi più efficaci, sensibilizzazione dei credenti sull’importanza dei Luoghi Santi e sulla situazione dei cristiani in Terra Santa, pietre vive della Chiesa, partecipazione ad opere sociali ed educative a favore dei cristiani di Terra Santa, realizzate in collaborazione con Saxum”. Per essere “Amico di Saxum” basta condividerne gli scopi, non c’è un’iscrizione. Per ricevere periodiche informazioni basta registrarsi mediante un apposito form sul sito.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa