Aids: Caritas, una “valigetta degli attrezzi” per promuovere percorsi nelle scuole

Partirà in alcune scuole italiane la sperimentazione della “valigetta degli attrezzi” per costruire “percorsi formativi sul tema dell’Hiv e dell’Aids in ottica multidisciplinare e curricolare”. Lo ha annunciato Paolo Meli, responsabile del Tavolo Hiv/Aids della diocesi di Bergamo, intervenendo alla Giornata di presentazione dei risultati del Progetto nazionale Hiv/Aids della Caritas italiana. La “valigetta”, composta da contenuti teorici e da strumenti operativi, come slide, schede, spot, è infatti uno dei frutti del Progetto che ha avuto tra i destinatari proprio gli studenti. Dopo una fase di sperimentazione, la “valigetta” sarà aggiornata e messa a disposizione delle scuole sull’intero territorio nazionale. “Se i docenti si mettono in gioco ed hanno le idee chiare, è possibile lavorare sul tema in modo costante”, ha osservato Meli evidenziando che si tratta di “una sfida alta ma percorribile”.
Se le scuole rappresentano un luogo fondamentale per la sensibilizzazione e la formazione a partire “da un ingaggio attivo dei docenti”, resta una maggiore difficoltà nelle realtà parrocchiali. “Lo stigma ancora persiste”, ha ammesso Lidia Caracciolo, della Caritas di Reggio-Calabria Bova che ha “messo in luce la resistenza a trattare il tema dell’Hiv e dell’Aids nelle parrocchie e a proporre cicli di incontri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy